.
Annunci online

tattara
Di ritorno dal pensiero
CULTURA
25 febbraio 2019
LA SECESSIONE LEGHISTA DISTRUGGERA' IL PATRIMONIO

Caro Montanari, ho letto con interesse il suo articolo apparso oggi sul “Fatto Quotidiano” dal titolo: “Così la”secessione” leghista distruggerà il patrimonio”.

Lei postula che ci sia qualcosa che ci fa sentire italiani, che ci rende italiani al di là di tutto ed afferma che questa sia rappresentata dal patrimonio storico, artistico e paesaggistico del nostro Paese.

Questa affermazione tuttavia rappresenta un suo desiderio, un suo modo di “sentire” più che una realtà.

Innanzitutto perché gli italiani, io per primo, non hanno contezza del paese in cui vivono. Conoscono a mala pena il posto dove abitano o qualcosa in più, a seconda dei viaggi che hanno fatto; o a seconda dei vari “parenti” che hanno distribuiti nella penisola in forza di pesanti e mai cessate migrazioni interne.

Dobbiamo alla tanto vituperata televisione – attraverso programmi come Linea Verde o Sereno Variabile, solo per fare un paio di esempi – se l’italiano medio viene a contatto con realtà diverse dalla sua. E questo la dice lunga.

Dice intanto che la scuola ha fallito come istituzione e struttura nel non essere stata capace di dare almeno un’idea di paese, ma soprattutto di aver instillato un minimo di curiosità per le cose che stanno appena ad un metro di distanza.

Ma non è solo la scuola, ovviamente, responsabile di questo spaesamento, ci mancherebbe.

E’ un problema che si trascina, penso, dall’unità dell’Italia.

La percezione e poi la consapevolezza di ciò che avremmo dovuto diventare come popolo. Sono questioni che sono sempre state sottovalutate, evitate scrupolosamente in nome e per conto di interessi altri.

Politici, industriali, economici.

Però ho come l’impressione che tutto il discorso ruoti attorno al fatto che la Lega (con il fu movimento) sia al governo e non solo in quello centrale.

Io non sono leghista anche se vivo in una regione amministrata da quel partito.

Ricordo, poi, che queste amministrazioni sono stare “elette” , dunque una domanda che sorge spontanea è: “possibile che l’offerta politica fosse così povera e poco coinvolgente, da permettere a questi di governare?”

Certo che è possibile ed è anche successo e probabilmente succederà ancora, visto che non esistono al momento proposte alternative valide, solide, credibili.

I tanto biasimati populismi, in fondo, non sono che la conseguenza di 70 anni di porcherie commesse da quelli che si sono eretti a custodi, paladini, difensori della nazione, che al contrario l’hanno saccheggiata, derubata, impoverita, delusa, non solo sul piano economico e finanziario ma anche su quello etico.

Lei dice che le tre più ricche regioni vogliono tenersi i soldi a scapito delle altre ed in particolar modo del Sud. Questa operazione, che ora pare eversiva, come lei stesso ricorda, non l’ha fatta la destra o la P2, è stata “portata a casa” dal mitico centro-sinistra, uno dei massimi custodi della nazione, del popolo, ecc.

Allora, cosa sta dicendo?

Che il centro-sinistra è libero di sfasciare l’Italia perché lo fa in modo “culturalmente” appropriato, mentre la Lega non può portare sino in fondo gli esiti nefasti di quello sfascio perché impresentabile ed incolta?

Mi sembra debole come pensiero.

Non si sono sollevati in tanti quando si è discusso quali competenze lo stato centrale potesse “cedere” alle regioni, ma adesso ci si stupisce e ci si scandalizza.

Si fanno analisi per dire che no, non è possibile, è eversivo, mina le fondamenta del nostro essere popolo.

E’ come chiudere la stalla quando i buoi sono scappati.

Ma torno a dire: siamo sicuri che siamo popolo?

Che cosa ci unisce davvero, oltre alla cucina?

La storia, la lingua, la guerra, cosa?

Un saluto a tutti e buone cose



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica società ccultura

permalink | inviato da tattara il 25/2/2019 alle 12:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 20940 volte




IL CANNOCCHIALE